parkhotelonline it andare-per-cantine-sul-lago-di-garda 001parkhotelonline it andare-per-cantine-sul-lago-di-garda 002


Andare per cantine sul Lago di Garda, la Lugana.

Per la tue degustazioni di vini puoi scegliere tra 130 cantine del Lugana: scopri le prime tre che abbiamo selezionato per te



I vini del lago di Garda: le cantine che abbiamo selezionato per te per visite e degustazioni 
 

 
I vini del lago di Garda riescono a racchiudere le diverse sfumature delle nostre terre e le cantine sono capaci di cogliere essenze e sapori con cura, dedizione e carattere.
 

Per la tue degustazioni di vini: 130 cantine del Lugana e 60 cantine della Valtenesi 
 
Vi sono 130 cantine del Lugana e 60 cantine della Valtenesi eppure ognuna ha il suo carattere, il suo stile, la sua creatività, per cui nessun Lugana sarà uguale ad un altro, e lo stesso vale per il Chiaretto o il Groppello.
Ognuna  ha una sua storia familiare a volte persino centenaria e una sua capacità di interpretare il proprio lavoro e i frutti della vite.
 
Per questo ti invitiamo a non fermarti alla prima cantina, ma a scoprire il più possibile, perché ognuna ha una storia da narrarti, un’emozione diversa da donarti, un ricordo unico da portare con te.
 
Per iniziare ne abbiamo scelte tre, tutte accomunate da una lunga storia e dalla capacità di custodire e allo stesso tempo reinventare vini e tradizioni.
 

La Cantina Ottella: art lovers e vino, l’arte contemporanea dove meno te l’aspetti

 

 
Un viaggio emozionale tra vino, arte e architettura: la cantina Ottella custodisce i suoi vini, dal Lugana al Valpolicella, passando dall’Amarone al Rosè, tra opere d’arte della Biennale, pati mediterranei, giardini d’ortensie, fino ad arrivare all’incredibile barricaia: un’opera site specific, un’onda luminosa che si dirama tra le botti e ti ricorda il vino quando scivola nel bicchiere.

 
Dietro il nome Ottella vi è una leggenda: otto gemelli nacquero nella corte della cascina da cui tutto ebbe origine. Gli otto fanciulli sono scolpiti nello stemma che rappresenta ancora oggi questa cantina nelle terre del Lugana.

 
Pati mediterranei, opere della Biennale di Venezia e un’incredibile barricaia 

 
     
 
Passeggiando tra i suoi cortili e salendo e scendendo per scale e stanze segrete, passerai dall’estro dell’arte moderna con installazioni di luci e bolle di vetro colorate a giardini d’ortensie che si aprono a sorpresa su pati mediterranei con limoni e ulivi, fino ad affacciarti all’incredibile barricaia:  qui, a soffitto, un’opera site specific dell’artista...un’onda sinuosa e luminosa, proprio come il vino quando scivola nei bicchieri, che delicatamente ondeggia sopra le botti.
Uno spettacolo per gli occhi e il cuore.
 
I vini del Garda di Ottella: Lugana, Valpolicella e Amarone

 

 
E dopo un’indimenticabile esperienza di arte e bellezza, possiamo concederci un assaggio dei loro pregiati vini,  vini bianchi e vini rossi tipici delle terre del Garda come   Lugana, Valpolicella, Amarone della Valpolicella, Rosè.
Per la degustazione  o un aperitivo potrai accomodarti nel salotto con poltrone, caminetto e la vetrata che dà sul bel giardino colorato, perché qui il paesaggio, l’arte e la natura chiacchierano, escono ed entrano nelle stanze e nei cortili, in un abbraccio unico e vivo per ognuno dei tuoi cinque sensi.
 
La cantina Ottella è aperta e si trova in
Loc. Boschetti - San Benedetto di Lugana
37019 Peschiera del Garda (VR)
Numero di telefono +39 
 
Se vuoi prenotare una visita contatta il nostri ragazzi della reception: ci penseranno loro a organizzare il tuo viaggio tra arte e vino.






Un vitigno delicato, una storia unica: la cantina Selva Capuzza e un Tocai diverso, un vino unico delle terre del lago di Garda


Il Podere Selva Capuzza è un invito a immergerti nella storia e nella dolcezza della natura di Desenzano, a scoprire un vitigno raro e in via d’estinzione, che la famiglia Formentini da più di 100 anni cura e custodisce, il Tuchì.
Da qui nasce un vino tipico e unico del lago di Garda,San Martino della Battaglia Campo del Soglio, che porta nel suo aroma la forza e la dedizione per queste terre.
“Fidati di quello che senti…” è l’unico modo per assaporare il vino in modo autentico e senza fronzoli.
Perché non hanno fronzoli i vini di Selva Capuzza: sono genuini e autentici come il territorio su cui poggiano e affondano le radici le loro vigne.
Una terra di storia, che va dalle origini del nostro lago come testimoniano le pietre lungo la tenuta fino alla chiesetta più antica di Desenzano, la chiesa di San Donino, passando per i campi di battaglia di San Martino e di Solferino, dove ci furono bene due imperatori e un re.
 
Tra le colline moreniche del Garda, vini tipici e unici


 
Lasciato il lago alle spalle, l’auto ondeggerà tra le curve sinuose delle strade che abbracciano le colline e accompagnano i campi con i covoni color miele e le vigne smeraldo.
Passerai tra boschi e lunghi pergolati naturali, dove le fronde delle piante si intrecciano da un lato all’altro della strada, sbucherai oltre il verde, con la Torre di San Martino che ti osserva dall’alto.
 
Più di 100 vendemmie sul lago di Garda


 
Il viaggio fin qui è parte dei vini che assaggerai, perchè in questo antico podere la famiglia Formentini con passione, dedizione e determinazione è custode della storia di queste terre, di un vino unico del Garda e di un vitigno che rischiava di estinguersi, quello delle uve Tuchì, dalle quali nasce il San Martino della Battaglia Campo del Soglio.
È una delle Denominazioni di Origine più piccole in Italia e a rischio di estinzione, ma qui ha trovato i suoi custodi.
La famiglia Formentini, infatti, superata la centesima vendemmia, tra i 6 vitigni autoctoni, ha deciso di proteggere e di portare avanti anche questo vino delicato.
Un vino che sussurra come tutti i vini della cantina, quei vini che non si mettono in mostra, ma che con grazia e discrezione si insinua nei tuoi sensi e lì rimane a scaldare animo e vita.
 
Passeggiare tra storia e natura: il podere, il borgo e la riserva


 
Il Podere fu testimone di due incredibili battaglie, San Martino e Solferino, che videro ben due imperatori e un re affrontarsi sui campi di battaglia.
A testimonianza di questo la Torre di san Martino, svetta in lontananza tra i vigneti.
Dopo un bicchiere di vino potrai giungere fino al borgo in pietra di San Donino, dove si trova la chiesa più antica di Desenzano, datata ben 1280 e abbellita da affreschi, il piccolo campanile a vela e il vecchio altare. Se sarai fortunato magari potresti scorgere una lepre, una volpe o un fagiano, che qui sono di casa, in quanto la zona è riserva naturale.
E non sottovalutare i grossi massi che vedrai: sono i testimoni dell’era glaciale, quando ancora il nostro lago non esisteva.

 
Sei vitigni autoctoni per il Lugana, il San Martino e il Garda Classico


 
Osserva i 6 vitigni autoctoni Turbiana, Tuchì, Groppello, Marzemino, Barbera e Sangiovese, che danno vita ai vini Lugana, San Martino della Battaglia e Garda Classico.
Si stappa la bottiglia e mentre il vino scorre nel calice, già percepisci dal sua aroma la sua storia testarda, la volontà di non arrendersi, di conservare i doni unici di queste colline e di queste terre, di proteggerne l’identità e la tradizione.
Costa fatica, perchè il vitigno è fragile e l’uva delicata, ha bisogno di più cure e più attenzioni, di più forza e di più amore e sarà per questo che quando lo assapori non c’è solo l’aromaticità e le note minerali a deliziarti i sensi, ma molto di più, quella sensazione che solo passione e cuore possono dare e che i vini, come i frutti del nostro territorio, del nostro lago di Garda, sanno donare.
 
La cantina Selva Capuzza è aperta e si trova in
Località Selva Capuzza, 25015 Desenzano del Garda BS

 
Vuoi assaporare dal vivo la storia del Tuchì? Chiedi ai nostri ragazzi della reception, si occuperanno delle prenotazione della tua visita a Selva Capuzza.
 


Un viaggio nella storia del Lugana: Ca’ de frati



 
La storia narra che nel cuore della Lugana c’era una casa, la casa dei frati, che qui coltivano la vite per il vino della Santa Messa.
Era un vino dal colore paglierino,un vino bianco del lago di Garda,  con un sapore intenso dato dall’argilla, di cui era ricca quella terra, la terra di Lugana.
E proprio qui nacque, secoli dopo Pietro dal Cero fondò la sua azienda agricola e dette vita a Ca’ de Frati, tra le cantine più rinomate per il Lugana.
 
Una nuova cattedrale per il Lugana
 


 
Per ricordare questa storia, è stata realizzata ex novo un’incredibile cattedrale, a cui hanno lavorato artigiani locali, dai mastri del ferro ai vetrai.
Varcate le porte di questa cantina, sembrerà di viaggiare nella storia accompagnati nella degustazione dei vini del Garda dai canti dei frati, come se fossero lì accanto a te.
Sui leggii non sono posati libri, ma le bottiglie del Lugana, dell’Amarone e del Rosè.
 
A casa dei frati


 
La stanza con il caminetto, dove nacquero i figli, la parte più antica della cantina conserva ancora il vecchio stemma dei frati e da lì passando per la parte più moderna e all’avanguardia, si scende nella barricaia: un cielo stellato con i frati affrescati sulle pareti che si occupano dei lavori in vigna.
Si rimane a bocca aperta ogni volta e con gli occhi pieni di meraviglia si risale pronti per la degustazione nella Cattedrale.
 
Non solo Lugana: da I Frati e Brolettino al Ronchedone e all’Amarone

Celebre per i suoi vini Lugana come il Brolettino o I Frati, potrai assaporare anche rossi corposi e intensi come il Ronchedone e l’Amarone, o il più delicato Rosè per un aperitivo.


 
Vuoi andare a trovare “i frati”?
Chiedi ai nostri ragazzi della reception di prenotare per te una visita



Nome *
Cognome *
E-mail *
Telefono
Data arrivo
Numero adulti
Richieste particolari
Campi obbligatori *
Richiedi Informazioni

unforgettable escape
Lungolago Cesare Battisti, 17 - 25015 Desenzano Del Garda (Bs) Italy
T.+39 030/9143495 - reception@parkhotelonline.it
P.Iva 03167750987 Privacy Policy (Preferenze Cookie)
Credits TITANKA! Spa © 2016
parkhotelonline it andare-per-cantine-sul-lago-di-garda 017   parkhotelonline it andare-per-cantine-sul-lago-di-garda 018